Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   

Alla vigilia della festa del Primo maggio è il tema del lavoro quello scelto da Vittoria Ferdinandi e Margherita Scoccia. La candidata sindaca del campo largo ha lanciato l’idea di un «Patto per il lavoro» da realizzare, in caso di vittoria, nei primi cento giorni di governo; lo scopo è quello di coinvolgere «i principali attori del mercato del lavoro locale, le rappresentanze sindacali – spiega Ferdinandi – e datoriali, il mondo economico, le università, i rappresentanti della formazione e del terzo settore: tutti insieme in un tavolo permanente che darà vita ad azioni concrete».

 Ferdinandi «L’obiettivo – spiega – è quello di individuare da subito gli strumenti più adeguati a favorire la crescita dell’occupazione, della qualità del lavoro, dello sviluppo economico, dell’attrattività e della crescita dei talenti, nonché la tutela dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici favorendo percorsi di uscita dalla precarietà, con particolare riguardo alle donne e ai giovani, alle persone che partono da situazioni di svantaggio sociale ed economico, ai disabili o a chi ha carenze formative e si trova in condizioni di vulnerabilità». Tra le proposte ci sono quelle di realizzare sportelli in tutto il territorio, formazione, promozione dell’innovazione «attraverso strumenti come spin-off e start-up» e una riorganizzazione dei servizi. 

Le proposte Spazio anche per telelavoro , salario minimo come criterio obbligatorio per qualunque tipo di appalto, capitolati stringenti sul tema sicurezza e rispetto dei contratti nazionali.  «A tal fine – continua Ferdinandi – istituiremo una commissione permanente di vigilanza sugli appalti pubblici composta da tecnici e parti sociali, supportata da un nucleo dedicato alla funzione di monitoraggio e controllo dell’esecuzione degli appalti di lavori pubblici di competenza del comune nel rispetto delle normative sulla sicurezza sul lavoro».

Scoccia Di lotta a «sfruttamento, precariato e insicurezza» parla anche Scoccia che tra le proposte concrete indica «forme di agevolazione per gli imprenditori che assumeranno nelle loro aziende under 30 residenti a Perugia i quali, avendo un lavoro, potranno rimanere a vivere nella nostra città». Scoccia ha poi intenzione di «favorire l’attuazione di politiche per il lavoro giovanile e la nascita di start up» offrendo «sostegno nella ricerca degli alloggi a tutti quei giovani che decideranno di trasferirsi a Perugia per lavorare». Spazio anche per un «ufficio di relazioni con le università e con gli istituti di formazione, promuovendo politiche integrate con la Regione tra scuole e mondo del lavoro per consentire ai giovani di trovare un impiego appena ultimati gli studi – spiega Scoccia – coinvolgendo quanto più possibile nell’inserimento al lavoro i Neet».

Le idee Tra le proposte anche quella di «creare uno spazio nell’area di Fontivegge nel quale svolgere attività di ricerca, sviluppo e piccole produzioni industriali». Anche Scoccia poi parla del tema della sicurezza sul lavoro: «Mi impegnerò ad aumentare – dice – la sicurezza nei luoghi di lavoro per combattere il drammatico fenomeno delle “morti bianche” e degli infortuni, soprattutto nei cantieri». Toccato infine anche il capitolo della parità di genere, da sviluppare portando avanti «politiche per reintrodurre le donne vittime di violenza nel mondo del lavoro, nell’ottica di aiutarle a recuperare la dignità e l’indipendenza».

Monni e la mobilità Massimo Monni invece, candidato di Perugia merita,  ha incontrato i rappresentanti della Fiab di Perugia (la Federaziona italiana amici della bicicletta) per parlare del tema della mobilità sostenibile. Tra i capitoli affrontati con il presidente Fiab Paolo Festi, Luca Panichi e Michele Guaitini quelli dell’ampliamento delle zone Ztl, percorsi ciclabili sicuri per promuovere la mobilità in bicicletta, realizzazione e riqualificazione di marciapiedi e strisce pedonali, limiti di velocità più bassi nei centri abitati, decongestionamento del traffico motorizzato anche attraverso una riorganizzazione del trasporto pubblico e contrasto alla sosta selvaggia. 

Il programma Monni ha presentato alcune delle misure del suo programma che intervengono sui temi del «Manifesto  per una città a misura delle persone» presentato settimane fa da Fiab. In particolare il candidato ha parlato di  bus gratuiti per tutti gli studenti; abbassamento del costo del Minimetrò per i residenti, aumentando anche il numero delle corse e l’orario di apertura; sosta degli autobus turistici a Pian di Massiano e utilizzo del Minimetrò per raggiungere il centro; capolinea degli autobus di grandi dimensioni in Piazza Partigiani, prevedendo navette veloci e a basso impatto ambientale per il collegamento con il centro; velocità ridotta nei centri storici; riqualificazione dei marciapiedi, oggi perlopiù in uno stato di grande degrado nel centro storico e nelle periferie.  

Le proposte E poi ancora strisce pedonali ridipinte con segnalatori acustici e luminosi per agevolare anche le fasce di popolazione più deboli come i bambini, gli anziani, le persone disabili; ampliamento delle zone Ztl dopo una attenta analisi delle aree in cui realizzarle è vantaggioso per residenti e commercianti; parcheggi gratuiti per i residenti in centro storico; percorsi scolastici per promuovere la mobilità degli alunni; contrasto alla sosta selvaggia, con più vigili in strada invece che negli uffici; piste ciclabili sicure per facilitare la mobilità dei cittadini, anche attraverso incentivi da parte del Comune, e come mezzo per promuovere il cicloturismo.

Questo contenuto è libero e gratuito per tutti ma è stato realizzato anche grazie al contributo di chi ci ha sostenuti perché crede in una informazione accurata al servizio della nostra comunità. Se puoi fai la tua parte. Sostienici

Accettiamo pagamenti tramite carta di credito o Bonifico SEPA. Per donare inserisci l’importo, clicca il bottone Dona, scegli una modalità di pagamento e completa la procedura fornendo i dati richiesti.


 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

     

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui