Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Cronaca 01 Mag 2024 10:06


PESCARA – Michele, maestro appena arrivato a Rupe da Roma, apprezza le bellezze naturali di un paesaggio che incanta ma non conosce bene le criticità di un paese di montagna e non comprende appieno il dialetto del posto. Così, quando Nunzio, collaboratore scolastico tuttofare, gli propone la zuppa calda con gli orapi, resta interdetto e prova a chiedere di cosa si tratta. La sua espressione, unica e inconfondibile, non può non scatenare una bella risata.

È una scena del film campione di incassi Un mondo a parte, di Riccardo Milani, girato tra Opi e Pescasseroli (L’Aquila), nel cuore del Parco nazionale d’Abruzzo.

Michele, interpretato da Antonio Albanese, è un maestro elementare, ormai stufo di insegnare nelle scuole di periferia della Capitale. Ecco perché chiede, pur essendo di ruolo, l’assegnazione provvisoria in una scuola di Rupe (che in realtà è il suggestivo borgo di Opi). Qui le giornate trascorrono lentamente e in pieno inverno ci si sente coccolati dalle montagne innevate, ma se si arriva con i mocassini e la giacca non troppo imbottita, il freddo entra nelle ossa e perfino in casa si battono i denti. Se poi non si riesce ad accendere la stufa, solo la zuppa calda con gli orapi può consolare il maestro Michele. Orapi e fagioli per l’esattezza, così come dice Nunzio. Si tratta di spinaci selvatici, appartenenti alla cucina rurale e contadina che caratterizza alcune zone dell’Appennino. A Barrea (L’Aquila), in estate, si organizza anche la sagra degli orapi.

Michele, però, in una delle scene più esilaranti della pellicola, li gusta avvolto in una coperta di lana, nella sua fredda casetta di montagna, mentre fuori è in atto un’autentica bufera di neve. Un evento eccezionale, al di fuori del grande schermo, considerando le scarse nevicate dell’inverno appena passato. Una spruzzatina di bianco è arrivata solo ad aprile, al termine di una stagione sciistica mai decollata.

Di estrema attualità lo spopolamento delle aree interne e la formazione delle pluriclassi alla primaria. Un rischio che, per il prossimo anno scolastico, hanno corso anche gli studenti delle medie a Caramanico Terme, nel pescarese. Con la deroga, pericolo scampato, almeno per il 2024/25.

Cervi, lupi, aquile. I bambini di montagna sanno convivere con questi animali e apprezzano la bellezza delle cose  semplici. Spesso, però, non hanno le stesse possibilità dei coetanei di città, a volte più arroganti e maleducati (come gli ex alunni del maestro Michele, che a volte alzano le mani).

A Rupe c’è anche chi sceglie di restare: il giovane Duilio per esempio, pronto a fare l’agricoltore nonostante i timori dei genitori. Come biasimarli dopotutto, visto che in paese sembra non esserci futuro. La scuola elementare potrebbe chiudere, perché mancano gli studenti e si cercano soluzioni assieme all’insegnante e alla vicepreside Agnese (interpretata da Virginia Raffaele), che ben conosce le insidie di queste zone.

Quel che è successo a Sperone (frazione di Gioia dei Marsi, sempre nell’aquilano) non deve più accadere. Lì la scuola, anni prima, ha chiuso per sempre.

E così Michele, oltre alla zuppa di orapi, impara ad apprezzare la caparbietà degli abruzzesi e si ingegna per reperire alunni, da iscrivere alla scuola di Rupe, perché in fin dei conti “la montagna lo fa!”.


Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l’informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su “Donazione” sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.




 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui