Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


In questo articolo vedremo come funzionano i Bonus del Decreto primo maggio e a chi spettano (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Quali sono i Bonus del Decreto primo maggio

Il Decreto Primo Maggio 2024 introduce una serie di misure e agevolazioni volte a sostenere il mercato del lavoro e le aziende, riprendendo alcune iniziative già avviate e inserendone delle nuove.

Le principali novità includono incentivi per la tredicesima, premi di produttività, contributi per assunzioni e l’attuazione del Superbonus Lavoro, che punta a dare una spinta significativa all’occupazione e agli investimenti delle imprese.

Tabella dei Bonus del Decreto primo maggio

Ecco una tabella che riassume i principali bonus introdotti dal Decreto Primo Maggio 2024.

Bonus Descrizione Beneficiari Condizioni
Bonus Tredicesima 2024 Incentivo una tantum di 80 o 100 euro destinato a lavoratori dipendenti con reddito inferiore a 28.000 euro. Lavoratori con reddito inferiore a 28.000 euro Coniuge e/o figli a carico
Premi di Produttività Aliquota aumentata dal 5% al 10% per importi inferiori a 3.000 euro lordi. Tutti i lavoratori Per importi non superiori a 3.000 euro lordi
Superbonus Lavoro Agevolazione fiscale per assunzioni a tempo indeterminato. Titolari di reddito d’impresa, società di persone, professionisti autonomi Extra deduzione del 120% per assunzioni a tempo indeterminato, 130% per lavoratori svantaggiati
Agevolazioni nella Delega Fiscale Riduzione dell’IRES per imprese che reinvestono utili in nuovi progetti e assunzioni o in schemi di partecipazione degli utili. Tutte le imprese Investimenti qualificati e/o schemi di partecipazione degli utili; non distribuzione degli utili
Tabella dei Bonus del Decreto primo maggio 2024

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funzionano i Bonus del Decreto primo maggio

Il Decreto Primo Maggio 2024 offre una serie di misure che mirano a sostenere il mercato del lavoro, migliorando l’efficienza fiscale delle imprese e incentivando l’occupazione e gli investimenti. Vediamo meglio come funzionano queste agevolazioni!

Bonus Tredicesima 2024

Il Bonus tredicesima 2024 prevede un incentivo una tantum di 80 o 100 euro destinato a lavoratrici e lavoratori con reddito dipendente inferiore a 28.000 euro e con coniuge e/o figli a carico, compresi figli nati fuori dal matrimonio, adottati o affidati.

Questa misura mira a fornire un sollievo finanziario ai dipendenti a basso reddito, seppur limitata alla tredicesima di quest’anno, rendendo necessario un futuro rifinanziamento per eventuali estensioni.

Premi di Produttività

Questa volta non si tratta dell’ampliamento di un bonus, ma della sua riduzione. Infatti, l’aliquota per i premi di produttività passa dal 5% al 10% per importi inferiori a 3.000 euro lordi.

Questa modifica è considerata un compromesso, in quanto i premi di produttività erano già stati percepiti come poco attraenti dalle aziende a causa degli importi e delle complessità di attuazione.

Superbonus Lavoro

Il Superbonus Lavoro è una misura chiave del Decreto Primo Maggio 2024. Sebbene non sia una novità, in quanto già introdotta dalla riforma fiscale dello scorso anno, la sua attuazione tramite un decreto interministeriale e il finanziamento attraverso la revisione dei fondi europei di Coesione la rendono una componente significativa per le aziende. Il DEF stima che ben 380.000 imprese potrebbero beneficiare di questa misura.

L’agevolazione è destinata alle imprese che assumono nuovi lavoratori durante l’anno. I benefici maggiori spettano a chi assume lavoratori “svantaggiati”, tra cui giovani under 30, percettori di Reddito di Cittadinanza nel 2023, disoccupati di lunga durata, persone con disabilità, donne con almeno due figli minorenni e individui residenti in regioni con un PIL pro capite inferiore alla media europea.

Il provvedimento sostituisce i bonus per le assunzioni di giovani under 36 e donne, scaduti a fine 2023, e prevede una deduzione fiscale:

  • Del 120% del costo del lavoro per tutte le assunzioni a tempo indeterminato;
  • Del 130% per chi assume lavoratori svantaggiati, secondo l’allegato 1 del DL n. 216/2023.

Questa agevolazione rappresenta una diminuzione della base imponibile rispetto a quella ordinaria e per il 2024 sostituisce i precedenti incentivi.

decreto-primo-maggio-decreto
L’allegato 1 del DL n. 216/2023.

A chi spetta il Superbonus Lavoro?

Il Superbonus Lavoro è rivolto a titolari di reddito d’impresa, imprese individuali, società di persone e professionisti autonomi. Questi devono aver mantenuto la loro attività per tutto il 2023 e devono essere in condizioni di normale operatività, con esclusione delle imprese in liquidazione o che abbiano fatto ricorso a misure di risoluzione della crisi.

È prevista inoltre una verifica antielusiva, che esclude dalla maggiorazione del costo del lavoro eventuali decrementi occupazionali in società controllate o collegate.

Quali sono le novità della Delega Fiscale?

Il Governo ha inoltre avviato la Delega Fiscale, volta a incentivare investimenti e nuove assunzioni. L’articolo 6 della legge delega per la riforma fiscale prevede infatti una riduzione dell’aliquota IRES per le aziende che reinvestono utili in nuovi progetti e assunzioni o in schemi stabili di partecipazione degli utili da parte dei dipendenti.

Per chi non beneficia di questa riduzione, è prevista la possibilità di fruire di incentivi fiscali ordinari per gli investimenti qualificati e le nuove assunzioni, incluso un potenziamento dell’ammortamento.

FAQ sul Bonus del Decreto Primo Maggio 2024

Cos’è il Decreto Primo Maggio 2024?

Il Decreto Primo Maggio 2024 introduce una serie di misure e agevolazioni fiscali e lavorative volte a sostenere aziende e lavoratori, incluse nuove agevolazioni fiscali, incentivi per la tredicesima, premi di produttività e l’attuazione del Superbonus Lavoro.

Quali sono i benefici per i lavoratori dipendenti?

Il Bonus Tredicesima è un incentivo una tantum di 80 o 100 euro per lavoratori dipendenti con reddito inferiore a 28.000 euro e con coniuge e/o figli a carico.

Cosa prevede il Superbonus Lavoro?

Il Superbonus Lavoro offre una deduzione fiscale del 120% del costo del lavoro per nuove assunzioni a tempo indeterminato e del 130% per l’assunzione di lavoratori svantaggiati, tra cui giovani, disoccupati di lunga durata, persone con disabilità e altri gruppi specificati.

Quali sono i vantaggi previsti dalla Delega Fiscale?

La Delega Fiscale riduce l’aliquota IRES per le imprese che reinvestono utili in nuovi progetti e assunzioni o in schemi di partecipazione degli utili. Le aziende possono anche usufruire di incentivi fiscali per investimenti qualificati e nuove assunzioni.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui