Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   



CategoriaResidenziali

TipologiaAbitazione in villini

Categoria MinisterialeImmobile residenziale

Tipologia MinisterialeAbitazione in villini

Stato di occupazioneOCCUPATO

Superficie144,32

Vani5.5

PianoT-1

IndirizzoResidence Pandorea con accesso da Via La Logna n.43 e n.45 e da Viale Pandorea n.26 e n.2870033 – Corato (BA)Italia

Corato

DescrizioneVilla della superficie di 144,32 mq ed ubicata in Corato (BA) all’interno del complesso residenziale denominato “Residence Pandorea” con accesso da Via La Logna n.43 e n.45 e da Viale Pandorea n.26 e n.28, identificato attualmente al catasto fabbricati del Comune di Corato al foglio 48, particella 721, subalterno 2, categoria A/7, classe 2, consistenza 5,5 vani, superficie catastale totale 109,00 mq (totale escluse aree scoperte 104,00 mq), rendita euro 369,27, indirizzo catastale viale Pandorea, piano T-1. L’immobile gode dei diritti di comproprietà sull’area scoperta pertinenziale, censita nel Catasto Fabbricati del Comune di Corato al foglio 48, particella 720, subalterno 1 (bene comune censibile alle unità immobiliari identificate con la particella 721 subalterni 1, 2 e 3, con la particella 722 subalterni 1 e 2 e con la particella 723 subalterni 1 e 2). Regolarità edilizia – L’unità immobiliare è stata realizzata in forza dei seguenti titoli abilitativi: – Permesso di costruire n.6/2010 del 03/02/2010; – D.I.A. in variante prot.18634 del 16/06/2010; – S.C.I.A. in variante del 14/02/2011. Il CTU ing. Pasquale Francesco De Biase, nei propri elaborati peritali, già agli atti della procedura, evidenzia che non esiste corrispondenza tra il progetto allegato all’ultimo titolo abilitativo e lo stato dei luoghi, oltre a rilevare le seguenti difformità: -la divisione interna degli ambienti al piano primo non è conforme allo stato dei luoghi sia nella parte abitabile che nel sottotetto non abitabile; -le opere di tramezzatura, rifinitura e impianti, al piano primo, eseguite nella parte destinata in progetto e urbanisticamente a sottotetto non abitabile e tali da renderla abitabile a completamento della parte abitativa in piano terra e primo, con conseguente incremento volumetrico e mutamento della destinazione d’uso implicanti variazione degli standard urbanistici in difformità dal piano di lottizzazione approvato; -altezza media interna, relativamente al sottotetto non abitabile, misurata dal pavimento al sottotavolato, maggiore rispetto a quella riportata sui grafici progettuali allegati ai titoli autorizzativi ed al valore medio assentibile dall’ufficio tecnico, con conseguente incremento volumetrico al piano sottotetto (piano primo); -divisione interna al lotto con muretti di recinzione e rete metallica che non trova riscontro nei grafici allegati ai titoli autorizzativi. Le irregolarità riscontrate non sono in alcun modo sanabili in quanto realizzate in difformità rispetto ai titoli abilitativi ed accertate dall’ufficio tecnico a seguito di ispezione. Il CTU ing. Pasquale Francesco De Biase afferma che le irregolarità riscontrate possono essere eliminate solo riportando lo stato dei luoghi a quello dell’ultimo progetto approvato, con un costo totale, a carico dell’aggiudicatario, stimabile in € 45.000,00. Il CTU ing. Pasquale Francesco De Biase precisa, altresì, che a causa delle irregolarità urbanistiche dettagliatamente descritte negli elaborati peritali e che possono essere eliminate solo con l’esecuzione di importanti opere di demolizione ripristino, l’acquisizione dell’immobile, secondo l’attuale orientamento degli istituti di credito non è finanziabile e/o mutuabile. Conformità catastale Il CTU ing. Pasquale Francesco De Biase, nei propri elaborati peritali ha rilevato che non sussiste corrispondenza catastale, ovvero non vi è corrispondenza tra lo stato dei luoghi e la planimetria catastale in quanto al piano primo sono state realizzate delle partizioni interne non riportate in planimetria; pertanto, al fine di sanare la situazione è necessario aggiornare la planimetria catastale con un costo, a carico dell’aggiudicatario, stimabile in € 500,00. L’aggiudicatario dovrà presentare, a sua cura e spese, istanza di sanatoria per la regolarizzazione delle citate difformità urbanistico – edilizia e catastale.

Dati catastali

SezioneF

Foglio48

Particella721

Subalterno2

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui