Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Esegui una nuova ricerca

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
Agevolazioni
Agevolazioni finsubito
Agricoltura
Economia
Immobili
Legislazione
Prestiti - Mutui
Prestito aziendale
video news dalla rete


Il rischio maggiore è di lasciarsi andare a un ottimismo eccessivo. Nonostante le conferme che l’inflazione è in forte rallentamento rispetto ai picchi di qualche trimestre fa, la Banca centrale europea per ora non si esprime in merito all’avvio dell’allentamento monetario. Anche se il mercato ha cominciato a muoversi, limando i tassi applicati ai mutui, soprattutto quelli a tasso fisso. Ecco i parametri per capire chi ha ragione e come orientarsi da qui in avanti.

Il calendario della Bce e come interpretare i messaggi

La prossima riunione della Bce è in programma il 21 febbraio, ma è uno di quegli incontri che non prevedono la conferenza stampa a margine, per cui appare scontato che non vi saranno interventi sulla politica monetaria. Diverso, invece, lo scenario per l’incontro del 7 marzo, anche se pure in quel caso appare difficile che possa essere disposto il primo taglio dei tassi ufficiali. Non è escluso, però, che Christine Lagarde fornisca qualche indicazione sulle mosse future, dando così dei segnali al mercato, che tradizionalmente si muove già sulle aspettative.

L’inflazione non fa più paura

I dati relativi all’inflazione di gennaio indicano che la fiammata si è esaurita. In Italia il carovita è salito dello 0,8% nel confronto a un anno, che è due decimi in più rispetto a quanto registrato a dicembre, ma comunque un livello modesto. In Francia e Germania, le altre due grandi economie dell’Eurozona, il carovita continua ad avere un passo sostenuto, ma meno che in passato. Berlino ha registrato un incremento del 3,1% dal 3,8% di dicembre, registrando una flessione oltre le attese degli economisti (3,2%), mentre nel caso di Parigi si è passati dal 4,1% al 3,4%.

Considerando tutta l’area della moneta unica, il dato preliminare è del 2,7%, due decimi in meno rispetto a quanto rilevato a dicembre. Non siamo ancora al 2%, che costituisce – a termini di statuto – l’obiettivo che la Bce è chiamata a perseguire, ma la tendenza appare evidente. Tanto che il presidente della Bundesbank, Joachim Nagel, solitamente considerato tra i falchi della politica restrittiva, ha detto che “la bestia avida dell’inflazione è stata domata”. Mentre non si registrano novità da parte di uno dei più duri nel consiglio direttivo della Bce, l’olandese Klaas Knot, che a più riprese nelle scorse settimane ha ribadito la necessità di attendere gli sviluppi sui salari, giudicati “l’unico tassello mancante” sull’inflazione. Effettivamente in alcuni Paesi del Centro Europa vi è stato un balzo in avanti degli stipendi sul finire dello scorso anno, ma limitato e comunque non ha riguardato l’intera Eurozona.

Cosa sta accadendo sul mercato e come muoversi

Intanto il mercato ha cominciato a muoversi. “Oggi nel mercato dei mutui c’è un cauto ottimismo: il miglior tasso fisso su un mutuo acquisto a 20 anni si attesta al 2,7% e le surroghe tornano ad essere convenienti, permettendo di risparmiare fino a 15mila euro su un mutuo da 120mila euro a 25 anni”, ha spiegato in una recente analisi Alessio Santarelli, Direttore Generale del Gruppo MutuiOnline. Il quale si attende un primo calo dei tassi entro la fine del primo semestre.

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Guardando all’andamento dell’Euribor, oggi la maggior parte degli analisti stima che l’allentamento monetario partirà ad aprile o, al massimo a maggio. Intanto, dalle rilevazioni di MutuiOnline.it emerge che dal mese di ottobre i tassi medi fissi hanno registrato una discesa di 73 punti base, passando dal 4,08% al 3,35%, e attualmente sul mercato è possibile trovare tassi addirittura al 3,10%, e al 2,70% per i mutui green. Quindi oggi acquistando un immobile in classe A o B è possibile ridurre il tasso d’interesse sul mutuo fino allo 0,40%. Tendenze che appaiono destinate a rafforzarsi nel prossimo futuro.

Migliori mutui acquisto prima casa:
simulazione a tasso fisso,
impiegato 35 anni, residente a Milano,
reddito € 2.600 euro mensili,
importo mutuo € 100.000 euro,
valore immobile € 200.000 euro,
durata mutuo 30 anni.
Rilevazione del 07/02/2024 ore 09:00.

Source link






Source link

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze