Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Esegui una nuova ricerca

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
Agevolazioni
Agevolazioni finsubito
Agricoltura
Economia
Immobili
Legislazione
Prestiti - Mutui
Prestito aziendale
video news dalla rete


Contributi Inps Artigiani e Commercianti 2023, quanto si paga

Articolo aggiornato il 10 Febbraio 2023 da Nicola Di Masi

Aliquote Contributi Inps 2023 Artigiani e commercianti

Contributi Inps Artigiani e Commercianti 2023, quanto si paga? La Circolare Inps numero 19 del 10 Febbraio 2023, ha stabilito le nuove aliquote dei contributi Inps, dei lavoratori autonomi ed i nuovi importi per l’anno 2023.

Nel nostro articolo vedremo quanto pagheranno, di contributi Inps, i lavoratori autonomi nell’anno 2023 e le scadenze previste nell’anno in corso.

I contributi Inps dei lavoratori autonomi artigiani e commercianti, sul minimale di reddito (importo minimo obbligatorio), devono essere versati con i modelli F24 entro le seguenti scadenze: 16 maggio 2023, 21 agosto 2023, 16 novembre 2023 e 16 febbraio 2024.

Contributi Inps autonomi: minimale 2023

Le aliquote dei contributi Inps 2023 dei lavoratori autonomi: artigiani e commercianti, sono aumentate dello 0,45% ogni anno, dal 1° Gennaio 2012, sino al raggiungimento dell’aliquota del 24%.

Per il calcolo dei contributi dei lavoratori autonomi nell’anno 2023, l’Inps prende come riferimento i redditi d’impresa ed in via provvisoria, quelli inviati all’Agenzia delle Entrate, dell’anno d’imposta 2021.

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Nell’anno 2023 il minimale Inps di reddito annuo, per il pagamento dei contributi degli artigiani e dei commercianti, è di euro 17.504,00 e le aliquote 2023 variano, a seconda che si tratti di lavoratore autonomo, coadiuvante o coadiutore, con un’età fino a 21 anni o di età superiore ai 21 anni.

Contributi Inps 2023 artigiani: quanto si paga?

Per i titolari artigiani, coadiuvanti o coadiutori artigiani di età superiore ai 21 anni, i contributi minimi Inps 2023 sono pari ad euro 4.208,40 (300 euro in più rispetto allo scorso anno) compreso di 7,44 euro, per il contributo di maternità. Si pagano in 4 rate, con i modelli F24/Mav e l’importo complessivo di ciascun versamento è di euro 1052,10.

Per gli artigiani, coadiuvanti o coadiutori artigiani, di età inferiore ai 21 anni, i contributi minimi Inps 2023, sono pari ad euro 4.077,12. Si pagano in 4 rate, con i modelli F24/Mav, con un importo complessivo di 1019,28 euro cadauno.

Contributi Inps commercianti 2023: quanto si paga?

I commercianti, i coadiuvanti o coadiutori commercianti, di età superiore ai 21 anni, devono pagare di contributi minimi Inps nel 2023: 4.292,42 euro. Si pagano in 4 rate, con i modelli F24/Mav, con un importo complessivo, per ogni rata, di 1073,10 euro cadauno.

Per i commercianti, i coadiuvanti o coadiutori commercianti di età inferiore ai 21 anni il contributo minimo Inps nel 2023 è pari ad euro 4.161,14. Si pagano in 4 rate, con i modelli F24/Mav, con un importo complessivo di 1040,28 euro cadauno.

Aliquote Contributi Inps artigiani e commercianti 2023

Artigiani Commercianti
Titolari, coadiuvanti, coadiutori di età superiore ai 21 anni 24 % 24,48 %
Coadiuvanti, coadiutori di età non superiore ai 21 anni 23,25% 23,73%

Per gli artigiani e commercianti che hanno superato un’età di 65 anni e sono pensionati, l’aliquota Inps è ridotta del 50%.

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Sul reddito eccedente il minimo di euro 17.504,00, si calcolano le seguenti aliquote Inps 2023:

Contributi Inps lavoratori autonomi Inps sul reddito eccedente il minimale 2023

Artigiani Commercianti
Titolari, coadiuvanti, coadiutori di età superiore ai 21 anni 24,00% per redditi fino a 52.190,00 € e 25,00% per importi superiori 24,48% per redditi fino ad € 52.190,00 e al 25,48% per gli importi superiori
Coadiuvanti,coadiutori di età non superiore ai 21 anni 23,25% per redditi fino ad € 52.190,00 e al 24,25% per gli importi superiori 23,73% per redditi fino ad € 52.190,00 e al 24,73% per gli importi superiori

II massimale di reddito annuo, entro il quale sono dovuti i contributi, è pari a 86.983,00 euro, per gli iscritti alla gestione Inps, prima del 1° gennaio 1996 o con anzianità contributiva a questa data. Per i lavoratori iscritti successivamente al 1996, il massimale imponibile annuo è di 113.520,00 euro.

Per maggiori approfondimenti sui massimali imponibili di reddito, per i lavoratori autonomi con anzianità contributiva prima e dopo il 31 dicembre 1995, consigliamo di consultare la Circolare Inps numero 19 del 10 Febbraio 2023.

Scadenza contributi Inps 2023 dei lavoratori autonomi

Le scadenze per il pagamento dei contributi Inps degli artigiani e commercianti per l’anno 2023, sono le seguenti:

  • contributi dovuti sul minimale di reddito annuale:16 maggio 2023, 21 agosto 2023, 16 novembre 2023 e 16 febbraio 2024.,
  • contributi dovuti sul reddito eccedente il minimale: entro i termini previsti per il versamento dell’Irpef a titolo di saldo 2022, primo e secondo acconto 2023.

Per scaricare e stampare i pagamenti unificati F24, bisogna accedere al cassetto postale online Inps.

Consulenza Online
Scopri tutti i nostri servizi di consulenza online, se hai bisogno di una consulenza su questa tematica.

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze



Source link

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze